Release Technique con Ariella Vidach – October 2018 | February 2019
Contact Jam Session

 

A conclusione del Nao Performing Summer, DiDstudio presenta la Contact jam Session organizzata dal colelttivo CiMiCi – Collettivo Informale Milano Contact Improvisation.

Sabato 7 luglio vi aspettiamo per danzare all’aperto nel piazzale della Fabbrica del Vapore.

È consigliato indossare vestiti comodi e ginocchiere.

 

Sabato 7 luglio 2018 – Piazzale Fabbrica del Vapore

dalle 18.00 alle 22.00

Costo:  contributo libero a partire da 6,00€

In vista di un leggero buffet è possibile contribuire per chi volesse, portando pietanze o bevande da condividere.

Iscrizioni su info@didstudio.org / 023450996

NAO PERFORMING SUMMER | DAL 2 AL 7 LUGLIO 2018 | FABBRICA DEL VAPORE

NAO Performing Summer

Dal 2 al 7 luglio 2018

Milano – Fabbrica del Vapore

Meteore in viaggio

Torna a Milano NAO PERFORMING SUMMER, l’edizione speciale estiva del NAO Performing Festival, dal 2 al 7 luglio 2018, prequel della programmazione invernale. Sei giorni dedicati alla danza contemporanea e alla performance attraverso laboratori, spettacoli, jam session con cui la programmazione del Festival si duplica, anticipando l’appuntamento invernale, in una rassegna che si articola tra gli spazi del DiDstudio e la cornice outdoor della Fabbrica del Vapore. Organizzato da DID Studio con la direzione artistica di Ariella Vidach, Claudio Prati, Maria Paola Zedda, NAO Performing Summer presenta una piattaforma di laboratori e pratiche performative che si distinguono per una forte attenzione all’interdisciplinarietà dei linguaggi, tra coreografia, performance e arti visive.

Il programma parte il 2 luglio con la NAO Summer Academy con un ciclo di laboratori intensivi a cura di Ariella Vidach e Elena Molon di tecnica release e contemporary ballet. Il percorso, dedicato ai giovani danzatori professionisti e non, nasce per il perfezionamento e l’approfondimento della danza contemporanea. Le lezioni si terranno dal 2 sino al 6 luglio presso il DiDstudio.

Dal 5 al 7 luglio il NAO Performing Summer entra nel vivo con spettacoli, performance e jam session, in un confronto tra compagnie storiche e le nuove generazioni di artisti, tra i linguaggi dell’improvvisazione e i dispositivi performativi aperti e non convenzionali.

Quest’anno il tema del NAO sarà il viaggio nelle sue diverse declinazioni: il viaggio sentimentale di Charlotte Zerbey e Company Blu, il movimento nomadico di Cie Twain, il viaggio nelle profondità dell’io di Luana Rossetti, varianti a un tema che soprattutto nell’estate si manifesta come possibilità di rigenerazione, rinascita, spostamento. A chiudere l’appuntamento una jam session di contact improvisation, un percorso individuale e collettivo, attraverso la trasmigrazione del movimento e dei pesi, per ricondurre la danza in un territorio di condivisione, dove confrontarsi con la democrazia dei corpi e travalicare le barriere culturali. A ospitare la jam sarà lo spazio outdoor di Fabbrica del Vapore, sabato 7 luglio.

Gli appuntamenti:

Al DiDstudio, giovedì 5 luglio alle ore 20.00 si presenta lo spettacolo “Sentimento Journey” di Charlotte Zerbey della compagnia Company Blu, una pièce sulle note di romantiche canzoni d’ispirazione pop eseguite dal vivo che traspone ironicamente in scena il gioco delle emozioni nei linguaggi del corpo.

Si prosegue venerdì 6 luglio alle ore 19.30 sul piazzale di Fabbrica del Vapore con la performance “Nothing to declare Solo” di Yoris Petrillo della compagnia Cie Twain.

In “Nothing to Declare_Solo” il coreografo indaga il peso ingombrante delle “regole” imposte dalla società contemporanea nei confronti dei Millennials, in particolare la loro sfera emotiva e la loro gestione del tempo. Inoltre, esplora la necessità delle nuove generazioni di ritrovare una dimensione propria, originale e non ereditata o indotta da altri.

Si concludono le performance il venerdì sera alle 20.30 al DiDstudio con “Hades”, di Luana Rossetti prodotto dalla compagnia Movimento Danza, un lavoro che oscilla tra il Sacro e il Profano, tra condanne e confessioni, tra estasi e silenzio nel viaggio emotivo di una donna che affronta il suo io interiore. Il 7 luglio a conclusione della manifestazione, DiDstudio presenta la jam session di contact, condotta dal gruppo CiMiCi – Collettivo Informale Milano Contact Improvisation. Un’occasione di incontro e scambio per danzatori professionisti e non, che vuole essere anche una grande festa dedicata alla danza.

Il NAO Performing Festival, realizzato con il sostegno di Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Lombardia, Comune di Milano, nell’ambito del progetto Spazi al Talento, Fabbrica del Vapore, si terrà dal 2 al 7 Luglio presso il DiDstudio di via Procaccini 4, Fabbrica del Vapore, sede della Compagnia Ariella Vidach – AiEP e centro di ricerca, produzione e formazione nell’ambito della danza contemporanea.

Dal 2 al 6 luglio

DiDsummer Academy 

Contemporary ballet 10.00 – 12.00 con Elena Molon

Release technique 12.15 – 14.15 con Ariella Vidach

 

Giovedì 5 luglio h 20.00 | DiDStudio

Sentimento Journey

Company Blu

 

Venerdì 6 luglio h 19.30 | Fabbrica del Vapore

Nothing to Declare_Solo

Cie Twain – Yoris Petrillo

 

Venerdì 6 luglio h 20.30 | DiDStudio

Hades

Luana Rossetti

 

Sabato 7 luglio h 18.00

Jam di contact improvisation

A cura di collettivo CiMiCi

 

Costi:

Spettacoli: 7 €, ridotti 5 €

per gli iscritti alla DiDsummer Academy 3 €

DiDsummer Academy: all inclusive 140 € (10 lezioni + jam), 5 lezioni 75 €, lezione singola 18 €, lezione singola professionisti 15 €, jam contributo a partire da 6 €

 

Info e prenotazioni: DiDstudio, info@didstudio.org, 063450996

HADES | 6 LUGLIO 2018 H 20.30 | DiDstudio

CONCEPT: Luana Rossetti (2018)
CREATION AND CHOREOGRAPHY: Luana Rossetti
DANCE PERFORMANCE: Luana Rossetti
SOUND DESIGN: Luana Rossetti
TEXTS: Luana Rossetti
SCENOGRAPHY AND LIGHTS: Luana Rossetti
PIECE LENGHT: 40 min.
WINNER OF: “Residanza, house of the new choreography for the generational renewing of talents.“
PRODUCTION HOUSE: Movimento Danza – Gabriella Stazio
SUBSIDISED BY: Circuito CUNAE, Gap.Change.Now, MiBACT
CO-PRODUCTION/SUSTAINMENT: Anja Kozik-Washhaus Potsdam gGmbh – Oxymoron Dance

“Seppelliamo cose cosí in profonditá che non ricordiamo nemmeno ci fosse qualcosa da seppellire. I nostri corpi ricordano. Il nostro sistema nervoso ricorda.Ma noi no”
 Jeanette Winterson

Una donna celata dietro il nome di un Dio affronta il suo sé interiore in un confronto autentico, nella società di oggi, che ferisce l’indigenza e la femminilità per tradizione e merce di scambio. Insieme ai suoi demoni, la performer affronta un percorso attraverso la disambiguazione senza trovare redenzione e costretta ad indossare memorie in dinamiche ininterrotte, di fatti reali e forti.
“Hades” è una serata tra il Sacro e il Profano, commutando ogni momento tra condanne e confessioni, tra estasi e silenzio.
Queste diverse sfaccettature della donna si incontrano in brevi lassi di tempo  formando la struttura narrativa del pezzo; caratteri cosí indelebilmente intrecciati – quasi al punto d’essere indistinguibili.
Il suo viaggio emotivo incrocia strati di surrealismo per ricadere nella mondanitá dei suoi giorni, con i suoi vizi, virtù e storie profondamente sepolte.

 

DiDstudio – Fabbrica del Vapore
Via Procaccini 4, 20154 Milano
h.20.30

Per prenotare info@didstudio.org / 02.3450996

Biglietti:

Intero 7,00€
Ridotto 5,00€
Ridotto DiDsummer 3,00€

 

 

NOTHING TO DECLARE_SOLO | 6 luglio 2018 h 19.30 | Fabbrica del Vapore

ideazione e Coreografia: Yoris Petrillo
con Caroline Loiseau
musiche originali: Alessandro D’Alessio
produzione Twain Centro di Produzione Danza Regionale 2016
in collaborazione con Attraversamenti Multipli Festival e Teatri di Vetro Festival
in residenza presso Teatro Frida – Piove di Sacco, Centro d’Arte e Cultura – Città di Ladispoli, Supercinema – Tuscania, Teatro di Bucine, Teatro Petrella – Longiano.
Con il sostegno del MiBACT e Regione Lazio

“Nothing to declare”. Niente da dichiarare.? Frase simbolo di una generazione, quella degli anni 2000, che vive nella costante rincorsa di ciò che è smart, low cost, last minute; quasi un’inno all’improvvisazione, ad esser sempre pronti, ma mai preparati. Grazie alle nuove tecnologie, smartphone, voli lowcost, car sharing, tutto è più vicino, più stressante. Sempre online, sempre connesso, sempre controllato; vediamo costantemente la posizione di tutti coloro che utilizzano i social network. Le nostre immagini sono ovunque in rete, tutto ciò che avviene delle nostre vite sembra non avere importanza se non riceve sufficienti “like”. Le connessioni umane vengono filtrate e protette dal mondo esterno, gli auricolari stordiscono il nostro udito, smartphone, tablet e computer offuscano la nostra vista, la nostra scrittura è stata standardizzata dal battere su di una tastiera.
I nostri bagagli vengono ispezionati, controllati: altezza, peso, circonferenza; una dimenticanza può creare una paralisi di una stazione o di un aeroporto per ore. Generazione costantemente sotto controllo abituata a commentare, twittare, condividere, ma mai a prendersi la responsabilità delle proprie idee… Semplicemente: Niente da dichiarare!
Un progetto che nasce da e per luoghi di passaggio, per non-luoghi o per luoghi che un tempo erano altro e che mutano, cambiano, variano, stazioni, aeroporti, strade, fabbriche abbandonate, musei ed infine teatri…
E’ il corpo che sceglie di volersi spostare, di voler muoversi e relazionarsi con lo spazio e con i luoghi che attraverserà, non sarà un viaggio, ma un delocalizzarsi, un pendolarismo del corpo attraverso luoghi e regole dettati da altri, un accettare “Termini e Condizioni” senza aver nulla da ridire, semplicemente una routine nella quale non c’è “Niente da Dichiarare”.
In “Nothing to Declare_Solo” Yoris Petrillo indaga il sovraccarico emotivo e di tempo della società contemporanea, la necessità di una generazione di “scrollarsi” qualcosa di goffo, di ritrovare una dimensione che gli appartenga e che non sia ereditata da generazioni precedenti o indotta da spot pubblicitari.

 

DiDstudio – Fabbrica del Vapore
Via Procaccini 4, 20154 Milano
h.19.30

Per prenotare info@didstudio.org / 02.3450996

Biglietti:

Intero 7,00€
Ridotto 5,00€
Ridotto DiDsummer 3,00€

 

SENTIMENTO JOURNEY | 5 luglio 2018 h 20.00 | DiDstudio

 

danza e voce: Charlotte Zerbey, Alessandro Certini
musica: Piero Corso e Spartaco Cortesi
luci: Vincenzo Alterini
produzione: Company Blu
con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e della Regione Toscana.

All’intenro di Nao Performing Summer, DiDstudio presenta uno spettacolo ironico che mette in gioco danza, voce e musica dal vivo.
Fra le canzoni romantiche dei classici del pop, cantati e musicati dal vivo e con una libera reinvenzione delle liriche, “Sentimento Journey” traspone in scena il gioco delle emozioni nei linguaggi del corpo.
I loro versi lucidi protendono per la felicità, ma intrinsecamente creano un vuoto di domande, di aspettative “e se succedesse… ”, mentre il ritmo costante e facile di melodie fluide dai toni medi, proclamano sentimenti segreti, nell’ombra. Lo sforzo può ottenere la comodità nell’esistenza di tutti giorni ma, così facendo, può creare separazione, alienazione e conflitto su ideali materiali.
Forse, nell’educazione sentimentale della nostra cultura, così come fra le persone, l’ombra può annidarsi, ma la musica e la danza fluiscono e risuonano nel tempo reale.

 

DiDstudio – Fabbrica del Vapore
Via Procaccini 4, 20154 Milano
h.20.00

Per prenotare info@didstudio.org / 02.3450996

Biglietti:

Intero 7,00€
Ridotto 5,00€
Ridotto DiDsummer 3,00€

 

Lezioni open di Release Technique
Corso principianti con Ariella Vidach
Contemporary Ballet con Elena Molon
Contemporary Ballet Autunno 2018
Norme per la trasparenza →